CUS Venezia vince il derby di serie B, ma…

Meritata vittoria in trasferta (21-14) in un derby fin troppo acceso, macchiata purtroppo da un inqualificabile gesto di De Vettor ai danni dell’arbitro e destinato ad avere pesanti conseguenze sanzionatorie: sono queste le due facce della partita Arcobaleno Oriago – CM Plast C.U.S. Venezia che, in serie B di pallamano maschile, ha confermato una crescente sicurezza nel gioco dei lagunari.  Dopo un primo tempo equilibrato e chiuso in vantaggio (10-7), i biancogranata hanno progressivamente preso in mano le redini della partita, mentre i rivieraschi progressivamente affondavano nel nervosismo; buone, in casa cussina, le prestazioni dei portieri Braiato e Tonini.  Per gli uomini di mister Morandin, il girone di ritorno deve essere il momento delle rivincite a conferma della crescita del gruppo: sabato prossimo fra le mura amiche dovranno cercare di vendicare l’inopinata sconfitta patita a Belluno.

Vittoriose, nel recente turno di campionato, anche le squadre giovanili cussine, impegnate al vertice dei rispettivi tornei. Il Serenissima Svago C.U.S. Venezia Under 17 ha faticato per superare l’Oderzo, capace di impattare il primo tempo (15-15) al PalaCus; nella ripresa, pero’,  i lagunari hanno fatto prevalere la maggiore caratura fino al 34-28 finale. Da segnalare la buona prestazione di Bordin, in porta, nonché il rientro di Danesin dopo oltre un mese di assenza per malattia.

A tal proposito, vale doppio la vittoria dell’Optimo Consilio C.U.S. Venezia Under 15 che, in formazione “baby”, ha superato 30-22 (15-11) il Belluno, confermandosi al secondo posto in classifica; sugli scudi, “capitan” Andreotta, autore di 16 reti.