Finale Under 14: esordio impossibile, ma resta la fiducia

Arrivare ad una finale nazionale ed esordire contro i campioni d’Italia uscenti è “mission impossible”, dalla quale uscire annientati o più coscienti delle proprie possibilità attuali e in prospettiva. Pur sconfitti nettamente (27-37) dal Cassano Magnago nell’odierno incontro d’esordio, i biancogranata dell’Idrobase C.U.S. Venezia paiono optare per la seconda ipotesi e la verifica si avrà già domani con le altre due partite del girone. Le premesse indicherebbero uno “spareggio” fra i lagunari ed il Brixen Bressanone per il passaggio del turno, mentre lo Junior Fasano sembra un passo indietro. Soprattutto contro gli altoatesini, i veneziani dovranno realizzare un’impresa, che è però nelle loro possibilità come hanno dimostrato anche oggi, giocando alla pari con il Cassano fino a quando la maggiore esperienza dei lombardi ha fatto la differenza. Ora c’è da sperare che in casa C.U.S. prevalga lo spirito di rivincita, perché I quarti di finale sono alla portata. Poi, finito il torneo, sarà il caso di riflettere su cosa “fare da grandi”: allenarsi, allenarsi, allenarsi…